We shall overcome

Mostra personale di Alberto Panegos.
A cura di Giulia Marin. c/o Spazio Text.
Organizzato da: Iopiùstudio fotografia e Dasler Comunicazione

2015

albertopanegos

WE SHALL OVERCOME
La riflessione artistica di Alberto Panegos affonda le sue radici nella disillusione e nell’inedia dell’uomo contemporaneo. Queste illustrazioni sono popolate di individui asociali incapaci di condividere ragioni e sentimenti altrui. Sono disinteressati all’integrazione, alle battaglie sociali e ai dibattiti ideologici. Questi soggetti però non vanno intesi come rappresentazioni ritrattistiche di persone concrete quanto come il risultato del tentativo di esorcizzazione dei propri timori.
Sul braccio del Trans in “Dune 1988” un tatuaggio beffeggia il verso di un gospel dei primi del novecento che è stato reso celebre dall’ampio utilizzo che ne hanno fatto i movimenti di protesta pacifisti. E’ uno slogan che ha motivato le masse nelle loro battaglie suggerendo fiducia nel futuro e nel cambiamento ma la contemporaneità che vediamo riproposta in queste tavole sembra raccontare un altra storia.
A completare l’immaginario di riferimento dell’artista contribuisce il continuo ritorno ai segni e all’iconografia dell’infanzia, il citazionismo cinematografico, musicale e artistico che suggerisce, nelle rappresentazioni d’interni, un sottotesto ricco di riferimenti e lo spirito provocatorio che caratterizza la scelta delle scene e l’utilizzo ricorrente di simboli ideologici ridotti però, a elementi decorativi.

Alberto Panegos (1982) è nato a Sacile dove vive, lavora e suona.
Inizia con la musica nel ’99, dal 2004 dipinge su diversi supporti e fra il 2008 e il 2013 si trasferisce a Berlino dove inizia a dedicarsi all’illustrazione.
Ha partecipato a numerose collettive e personali. Tra le altre:
-Personale “Didentro” presso Amici Di Bambi a cura di Anna Romanzin (Pordenone) 2015
-Personale presso Casa Punto Croce (Venezia) 2014
-Collettiva “Mail Art” presso SLOW Galerie (Parigi) 2014
-Colletiva “Waterghosts” presso Brighton Fringe (Brighton) 2014
-Collettiva “Koncepcion” presso Sarcofaga studio (Bogotà) 2013
-Performance presso X-Lab Gallery (Berlino) 2010

GHOST CITY COLLECTIVE è un collettivo di musicisti, artisti, fotografi, fra cui Alberto Panegos. Si tratta di un progetto di arte condivisa dalle molteplici sfaccettature che coinvolge una decina di ragazzi che crede nel rifiuto delle infrastrutture esterne per la produzione e la promozione della propria arte. All’interno del Ghost City Collective si possono trovare produzioni musicali che vanno dall’elettronica ambient al black metal.